Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I ARTROOM I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 

 

 

ALTRO DA VEDERE

Palazzi

Monumenti religiosi

Monumenti

Musei

La Pinacoteca Comunale

La chiesa di Santa Maria Maggiore (XIII secolo)

La Chiesa di San Crispolto

Oratorio di S.Andrea

Eventi

 

vuoi aggiornare la guida?
clicca qui

 
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Amelia Estate

Palio di San Rufino

Agosto Montefalchese

Trevi in piazza

Amelia Segreta

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità

 
     

LABARBABIETOLA.IT

   

Spoleto - 29/06/5098

Festival di Spoleto: un bel volume ne ripercorre la storia

PERUGIA - 22/08/2017

A Brufa l'installazione ambientale di Gianni Pettena artista architetto

Trevi - 11/08/2017

A Trevi il Festival Federico Cesi

   
 
     
     
     

Guida di Bettona

La città ha origini Etrusche, l'unica sulla sponda orientale del Tevere; gli abitanti di Bettona vengono citati in Plinio, NH III.114 (Vettonenses), e in altri autori antichi e iscrizioni.
Nel periodo in cui l'Umbria cadde sotto il controllo romano, Bettona venne eletta municipio (Vettona) ed entrò a far parte delle colonie Clusturmina e Lemonia. Nella guerra tra Augusto e Marcantonio, la città si schierò al fianco di quest'ultimo, riportando una grave sconfitta. Con l'avvento del Cristianesimo, Bettona, situata lungo la via Amerina, una delle più importanti vie di comunicazione verso il Nord, venne presto evangelizzata dal pastore S. Crispolto.
Durante le invasioni barbariche anche per Bettona cominciò una rapida decadenza. Passò sotto il dominio bizantino ed in seguito al Ducato di Spoleto. Libero comune fin dal XII secolo, si sottomise prima ad Assisi. Nel 1352 in seguito alla conquista da parte di Perugia, la città (eccezion fatta per le cheise) venne arsa e demolita, 157 notabili del luogo vennero condotti prigionieri a Perugia e con essi il corpo di S. Crispolto. Nel 1367 il Cardinale Albornoz comandò che la città venisse ricostruita in una cerchia di mura più ristretta della precedente, ma ben più fortificata. Nel 1371 Bettona riebbe il corpo del suo Santo protettore e martire. Bettona passò sotto la Signoria dei Trinci di Foligno, dal 1389 al 1425, anno in cui fu concessa dal Papa ai Baglioni di Perugia. Dal 1648 Bettona tornò ad essere un possedimento dello Stato Pontificio e vi restò fino all'unificazione nazionale.Monumenti e luoghi d'interesse Bettona è ancora dotata di una cinta muraria medievale completa, che incorpora porzioni di mura Etrusche.

News su Bettona

Foligno - 27/04/2011
Rivive nelle piazze la Passione di Cristo.

Foligno - 26/03/2010
La Passione di Cristo rivive nelle piazze umbre

Bettona - 12/12/2009
La raccolta archeologica di Bettona in un bel volume

Foligno - 16/09/2009
Giornata di Studi in onore di don Mario Sensi

Trevi - 07/08/2009
MèA Il nostro mondo è adesso. Apertura al pubblico delle 12 mostre sul territorio

Bettona - 11/06/2009
Bettona, apre il museo archeologico

PERUGIA - 09/04/2009
La liturgia popolare del Venerdì Santo

Foligno - 08/01/2009
Tutto l'archivio dell'ingegnere Felice Sabatini in un libro

- 23/08/2007
I piccoli musei umbri

- 04/04/2007
Il dramma della Passione di Cristo

 
 
pubblicità
artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2017 tutti i diritti riservati