Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I ARTROOM I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 

 

 

ALTRO DA VEDERE

Palazzi

Palazzo Comunale

Monumenti religiosi

Chiesa di Santa Chiara da Montefalco

Convento di San Fortunato

Chiesa di San Agostino

Monumenti

Musei

Museo di San Francesco

Eventi

Gara della Ciuccietta

Festa del Patrono

Camminanda

Rock Doc Live

Festivi Calici

Agosto Montefalchese

 

vuoi aggiornare la guida?
clicca qui

 
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Mielinumbria

Fiera dei Morti

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità

 
     

LABARBABIETOLA.IT

   
   
 
     
     
     

Guida di Montefalco

Il colle di Montefalco è il più elevato (473 m. slm) di un sistema collinare posto ai margini occidentali della valle compresa tra Assisi e Spoleto. Il belvedere naturale tra i più singolari della regione, ha valso alla cittadina l'appellativo di "Ringhiera dell'Umbria" da cui si ammirano i centri di Perugia, Spello, Trevi, Foligno, Bevagna, Gualdo Cattaneo, le cime degli Appennini e dei Monti Martani. La collocazione strategica ha conferito a Montefalco nel corso dei secoli, un ruolo decisivo per la difesa e il controllo dei territorio della Valle Umbra Sud. Insediamento organizzato già in epoca romana, fu sede di numerose ville gentilizie come quella dei patrizio Marco Curione dal quale, secondo la tradizione, deriverebbe "Coccorone", antico nome dei luogo. Il suo nome attuale, le venne attribuito nel 1249-50, dopo il soggiorno dell'imperatore svevo Federico II, grande appassionato di caccia al falcone;Porta Federico II, ha conservato fino ad oggi anche lo stemma imperiale Montefalco si presenta come un abitato fortificato da una doppia cinta di mura su cui si aprono cinque porte d'accesso: oltre alla già citata Porta Federico II, Porta S. Agostino, con merli ghibellini, Porta Camiano, Porta della Rocca e Porta S. Leonardo. Le porte, i tortuosi vicoli e le antiche chiese, rimandano ad un'atmosfera sospesa nei secoli, all'opera delle gloriose magistrature comunali e degli ordini religiosi, promotori di sviluppo sociale ed economico e di un'intensa attività artistica.Città natale dell'agostiniana Santa Chiara da Montefalco, figura significativa dei misticismo rnedievale umbro e del pittore 400esco Francesco Melanzio, Montefalco ha ospitato artisti importanti che hanno lasciato testimonianze in numerosi luoghi della città. Sull'antica piazza circolare si affacciano il Palazzo dei Comune (sec. XV), la ex Chiesa di San Filippo Neri (sec. XVIII) oggi teatro, e significativi esempi di residenze signorili del XV sec. Nella Chiesa gotica di Sant'Agostino, hanno operato Ambrogio Lorenzetti e Bartolomeo Caporali; di Francesco Melanzio sono gli affreschi delle chiese 400esche di Santa Illuminata e San Leonardo; nel Santuario di Santa Chiara da Montefalco si trovano le reliquie e la cappella di Santa Croce, (decorata con affreschi di scuola Umbro - Giottesca.

News su Montefalco

Scheggino - 12/10/2018
Successo internazionale per la mostra Capolavori del Trecento

Gubbio - 22/09/2018
Gubbio al tempo di Giotto

Montefalco - 22/09/2018
I Capolavori del Trecento incontrano il pubblico

Trevi - 27/06/2018
Capolavori del 300 Il cantiere di Giotto, Spoleto e l’Appenino: opere d’arte per la liturgia e la catechesi

Spoleto - 12/06/2018
Capolavori del Trecento in mostra: evento di respiro nazionale ed internazionale

Trevi - 17/02/2018
Bilancio positivo per il Museo di Trevi (Perugia)

Montefalco - 01/09/2017
Thadea. Il segreto dell'imperatore a Montefalco

Assisi - 18/06/2013
L'EDIZIONE CRITICA DEL MEMORIALE DI ANGELA DA FOLIGNO

Foligno - 24/08/2012
SEGNI BAROCCHI FOLIGNO FESTIVAL DAL 1 AL 23 SETTEMBRE

Montefalco - 17/08/2012
S. CHIARA DELLA CROCE DA MONTEFALCO, BADESSA AGOSTINIANA

 
 
pubblicità
artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2018 tutti i diritti riservati