Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I ARTROOM I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 

 

 

ALTRO DA VEDERE

Palazzi

Palazzo dei Priori,

Collegio del Cambio

Collegio della Mercanzia

Palazzo Gallenga Stuart

Palazzo Cesaroni

Palazzo del Capitano del Popolo

Palazzo Della Penna

Palazzo della Provincia

Palazzo della Vecchia Università

Palazzo Donini

Palazzo Conestabile

Centro Direzionale di Fontivegge

Monumenti religiosi

cattedrale di San Lorenzo

Basilica di San Domenico

Basilica di San Pietro

chiesa di San Francesco al Prato

chiesa di Santa Giuliana

chiesa di Santa Maria

chiesa di Santa Maria Nuova

L'Oratorio di Sant'Agostino

Oratorio di San Bernardino

Oratorio di San Francesco

Tempio di Sant'Angelo

Cimitero Civico Monumentale

Monumenti

Musei

Galleria Nazionale dell'Umbria Galleria Nazionale dell'Umbria

Museo Archeologico Nazionale dell'Umbria Museo Archeologico Nazionale dell'Umbria

Museo dell'Opera del Duomo Museo dell'Opera del Duomo

Museo dell'Accademia di Belle Arti Museo dell'Accademia di Belle Arti

Museo di Palazzo della Penna Museo di Palazzo della Penna

POST POST

Museo storico della Perugina Museo storico della Perugina

Tomba ed affreschi di Pietro Vannucci Tomba ed affreschi di Pietro Vannucci

Eventi

Umbria Jazz

Eurochocolate

Grifonissima

Fiera dei Morti

Festa di San Costanzo

Marcia per la pace

Festival Internazionale del Giornalismo

Bagliori d'autore

 

vuoi aggiornare la guida?
clicca qui

 
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Festa dell'Uva

Giostra della Quintana

Segni Barocchi Festival

Narnia Fumetto

Amelia Segreta

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità

 
     

LABARBABIETOLA.IT

   

Spoleto - 29/06/5098

Festival di Spoleto: un bel volume ne ripercorre la storia

Trevi - 24/09/2017

1987 – 2017 ROMA ALLO SPECCHIO

Trevi - 23/09/2017

A Trevi per l’Ottobre trevano torna il teatro dialettale

Foligno - 01/09/2017

Post-Verità - La fotografia nell'era dell'incertezza

   
 
     
     
     

Torna alla guida di Perugia

Galleria Nazionale dell'Umbria

La storia
Le sue origini si intersecano con la nascita dell'Accademia del disegno, che intorno alla seconda metà del XVI secolo aveva sede nel Convento degli Olivetani a Montemorcino, nella quale vennero raccolti una prima parte di disegni e dipinti. A causa della soppressione degli ordini religiosi imposta dapprima dall'Impero napoleonico e poi dal Regno d'Italia, tra la fine del XVIII secolo e la metà del XIX, il materiale raccolto aumentò notevolmente in quanto le opere artistiche di maggior pregio passarono in proprietà allo Stato, andando così ad integrare (quando non furono disperse tra i musei di tutto il mondo) la raccolta dell'Accademia. Nel 1863 fu istituita una pinacoteca civica intitolata a Pietro Vannucci, ma il problema a quel punto era quello di trovare una sede adeguata per tutto il materiale raccolto. Nel 1878 la pinacoteca lasciò la vecchia sede dell'Accademia e fu trasferita al terzo piano del palazzo dei Priori. Ampliata con acquisti e donazioni, nel 1918 assunse la denominazione di Regia Galleria Vannucci. Nel corso degli anni sono stati ricavati nuovi spazi espositivi, concessi in uso dal Comune e l'esposizione museale odierna è organizzata in sequenza cronologica e articolata per scuole. Le opere
Le opere sono esposte in ventitré sale e suddivise in sette sezioni o periodi storici.

Il Duecento e il Trecento
Questa sezione comprende le prime quattro sale; al visitatore viene subito proposto un bel Crocifisso ligneo della prima metà del 1200, proveniente dalla chiesa di Santa Maria di Roncione presso Deruta, unico elemento superstite di un gruppo di figure a grandezza naturale. Subito dopo ci sono due formelle raffiguranti Roma e la lupa capitolina, opera di Nicola e Giovanni Pisano. Al termine della prima sala si trovano cinque sculture in marmo di Carrara eseguite da Arnolfo di Cambio tra il 1278 e il 1281.
Nella stessa sezione si trovano le opere del Maestro di San Francesco, personalità dominante il panorama artistico umbro prima dell'avvento di Giotto da Bondone; si possono ammirare il paliotto (1262), la grande Croce datata 1272 e la Croce a due facce riferibile allo stesso periodo. Madonna col Bambino di Duccio di Buoninsegna documenta la pittura dei primi anni del Trecento, insieme ad altre opere presenti in questa prima sezione. A questo periodo vanno anche riferite alcune sculture di ambito senese.

Il tardo Gotico
Di questo periodo, la Galleria Nazionale dell'Umbria, nelle successive tre sale, conserva alcune delle opere pittoriche di maggior interesse: Madonna in trono col Bambino e angeli musicanti di Gentile da Fabriano (1404) e il polittico di Pietralunga di Ottaviano Nelli (firmato e datato 1404).

Il primo Rinascimento
Perugino, Polittico di Sant'Agostino: l'adorazione dei pastori Una voce a parte, anche se visibili nelle varie sezioni delle 23 sale, meritano due pittori: Pietro Vannucci, detto il Perugino e Bernardino di Betto, detto il Pinturicchio.

Perugino
Grande rilievo assumono, ovviamente, le opere di Pietro Vannucci, il Perugino, nato a Città della Pieve. Nella Galleria Nazionale dell'Umbria sono conservate opere del periodo giovanile (Adorazione dei Magi, Pietà) tra le quali una tavoletta (San Bernardino che risana da un'ulcera la figlia di Giovanni Antonio Petrazio da Rieti) che risale al 1473, che faceva parte di un complesso di otto tavolette che costituivano la cosiddetta nicchia di San Bernardino. Alla fase matura della sua vita artistica appartengono, tra l'altro, la Madonna della confraternita della consolazione (1496-98), il Cristo morto (1495) e la Pala Signorelli (1517). Ma il capolavoro di questi anni maturi è il polittico di Sant'Agostino, imponente macchina d'altare a due facce, per la quale furono dipinti numerosi pannelli, alcuni dei quali non più a Perugia a seguito delle requisizioni napoleoniche.


Pinturicchio
Contemporaneo del Vannucci e suo allievo, della fase matura del Pinturicchio si può ammirare l'imponente Pala di Santa Maria dei Fossi (1495-96), uno dei massimi esempi della risonanza della scuola pittorica perugina.

 
 
 
 
pubblicità
artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2017 tutti i diritti riservati