Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 
 

Festival di Spoleto 60

 
     

LABARBABIETOLA.IT

Occhiello

Cronaca

Eventi

Politica

Sport

Mostre

Religione

Cultura

Istituzioni

Concerti

Libri e editoria

Le perle della settimana

   
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Salus Film Festival - Cinema e salute

Eurochocolate

Marcia per la pace

Bagliori d'autore

Appuntamenti d'Autunno

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità 

 
     
     

Festival di Spoleto: un bel volume ne ripercorre la storia

Sarà presentato alla ROCCA ALBORNOZ, MUSEO NAZIONALE DEL DUCATO, il 29 giugno 2017, ore 11.

la barbabietola

Spoleto, 29/06/5098

Tantissime le novità a Spoleto per la 60ma edizione del Festival dei Due Mondi. La più longeva manifestazione in Italia dedicata a tutte le arti. Una storia straordinaria iniziata nel 1958 grazie alla geniale intuizione di Gian Carlo Menotti, che volle dar vita ad una manifestazione che fosse l’ “incontro tra esponenti delle nuove generazioni artistiche d'Europa e d'America”, trasformando Spoleto in un grande palcoscenico. Il Festival ha segnato una svolta in tutti i campi dell’espressione artistica. Negli anni '60 e '80, diventò un'occasione di rara mondanità, tra grandi artisti internazionali e avanguardia, intellettuali e personaggi illustri che si davano appuntamento a Spoleto per celebrare la ricerca artistica dei due mondi: americano e europeo. Uomini di cultura e di spettacolo, grandi direttori d’orchestra e artisti di fama internazionale: Thomas Shippers, John Butler, Luchino Visconti, Franco Zeffirelli, Ingmar Bergman, Jerzi Grotowski, Luca Ronconi, Jerome Robbins, Alwin Nikolais, Pina Bausch, Ezra Pound, Allen Ginsberg, solo per citarne alcuni. Si pensi anche soltanto ad alcuni degli artisti che firmarono i celebri manifesti in quegli anni: Saul Steinberg (1969), Giacomo Manzù (1970), Giacomo Capogrossi (1971), William De Kooning (1974), Afro (1977), Jean Michel Folon (1977), Joan Mirò (1981), Henry Moore (1982). Tradizione e sperimentazione per un festival di fama internazionale, che aveva dato il via a delle edizioni satelliti anche a Charleston dal 1977 e Melbourne dal 1986. Spoleto era diventata il luogo della ricerca e sperimentazione.
Una storia gloriosa iniziata nel 1958 che viene ora puntualizzata in una bella pubblicazione di Antonella Manni, storica dell’arte, storica della manifestazione e giornalista del quotidiano Il Messaggero, e Rosaria Mencarelli.
Quest’anno, ad inaugurare la sessantesima edizione uno spettacolo quadrimensionale di teatro-musica-danza-cinema e il concerto di chiusura diretto dal maestro Riccardo Muti. Luogo di incontro tra culture diverse. Dal 2007 la manifestazione si svolge sotto la direzione artistica di Giorgio Ferrara, regista di cinema e teatro. A Ferrara si deve il rilancio del Festival, dopo anni di crisi, confermandosi un appuntamento imperdibile nel calendario culturale italiano: 80.000 le presenze registrate nel 2016, 70.000 nel 2015, una ripresa eccezionale, dopo le 5.000 presenze del 2007.
Ma torniamo al volume dal titolo SPOLETO 1958. ALLE RADICI DELLA STORIA, IL PRIMO FESTIVAL DEI DUE MONDI a cura di Antonella Manni e Rosaria Mencarelli con la collaborazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto e Fondazione "Francesca, Valentina e Luigi Antonini".
Una pubblicazione con fotografie originali, documenti d’archivio e articoli usciti su quotidiani dell’epoca. Una rigorosa rilettura delle origini della manifestazione che ha segnato la storia della città e la vita culturale italiana. Il volume edito nel 2017 da Nuova Eliografica Fiori, vuole essere compendio ed estensione della ricerca già condotta con il volume Spoleto 1958, cronache da un festival edito nel 2006 dal Circolo della Stampa di Spoleto "Walter Tobagi", arricchendo il quadro della genesi della manifestazione con fotografie e nuovi documenti. L’opera, con una prefazione di Rosaria Mencarelli, si articola in quattro capitoli: Festival dei Due Mondi 1958. Protagonisti e spettacoli di Moreno Cerquetelli; “Spoleto 58” secondo il NY Times di Marco Rambaldi; La città e il primo Festival. Appunti e immagini dall’archivio di Antonio Busetti di Antonella C. Manni; Alle radici della storia di Paolo Bianchi.

 

 
 


 

 
 
 

Spoleto - 17/10/2017

POMODORO . . . Arnaldo e Giò

Mezz'ora dopo la chiusura

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento di Palazzo Collicola - Arti Visive a cura di Sistema Museo, torna venerdì 20 ottobre 2017 alle ore 19.30.
Due grandi protagonisti dell’arte italiana ed internazionale del XX secolo al centro della visita guidata, i fratelli Arnaldo e Giò Pomodoro; dagli esordi comuni nella Milano degli anni Cinquanta, fino al raggiungimento di un linguaggio autonomo che li farà entrambi affermare nel campo della scultura.
La serata prosegue con una degustazione di prodotti tipici della tradizione spoletina. L’evento vede la collaborazione del Con Spoleto - Consorzio ..
segue

Spoleto - 12/10/2017

UNA PASSEGGIATA NELLA STORIA nuove vie...nuove storie

VENERDÌ 13 OTTOBRE ore 19:30

Mezz'ora dopo la chiusura - Palazzo Collicola - Arti Visive
L’evento “Mezz’ora dopo la chiusura” a cura di Sistema Museo presenta, venerdì 13 ottobre alle ore 19.30 a Palazzo Collicola Arti Visive il secondo appuntamento di “Una passeggiata nella storia”. Continueremo a scoprire, tramite la loro denominazione, altre vie del centro storico, dedicate ad illustri spoletini e a famosi eventi di storia cittadina. Fatti storici, biografie, aneddoti e leggende sono il filo conduttore dell’appuntamento: vicende che si intrecciano con alcuni importanti personaggi ed accadimenti della storia d’Itali..
segue

Spoleto - 06/10/2017

GLI SCETTRI DEL RE

Insegne di potere nella Spoleto preromana Mezz’ora dopo la chiusura

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto, torna venerdì 6 Ottobre 2017 alle 19.00 con un appuntamento dedicato alle origini della città di Spoleto e all’antico popolo degli Umbri. Attraverso l’analisi di straordinari corredi tombali di recente scoperta, conosceremo gli usi e i costumi delle più antiche èlites di potere spoletine e le loro relazioni con i popoli dell’Italia centrale ed adriatica.
La visita guidata sarà tenuta con la speciale collaborazione dell’archeologo Nicola Bruni dell’..
segue

Trevi - 28/09/2017

I Venerdì della storia trevana sono giunti alla quarta edizione

Venerdì 29 settembre 2017 nella Chiesa di San Francesco di Trevi, ore 17,30, lectio inauguralis del Prof. Antonio Rodinò di Miglione su: Due Valenti giuristi tra Sei-Settecento: Anton Francesco e Ferdinando.

La storia locale custode della memoria del territorio: Da questo concetto sono nati I Venerdì della storia trevana che giunti alla quarta edizione, propongono quest’anno il tema: dal seicento al Settecento con uno sguardo all’Ottocento. Per i cittadini che operano, a vari livelli, nel promuovere e valorizzare la città è un efficace e imperdibile momento per conoscere la storia direttamente dalla voce degli studiosi che operano “sul campo”. Una serie di conversazioni che vuole essere un’ampia trattazione interdisciplinare a più voci sulla storia moderna di Trevi. L’iniziativa è nata da una p.. segue

Spoleto - 28/09/2017

60 ANNI DI EMOZIONI 1958 - 2017 La città nel Festival, un Festival nella città

Mezz'ora dopo la chiusura Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto - Ex Chiesa di Sant'Agata VENERDÌ 29 SETTEMBRE ore 19:00

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale e Teatro romano di Spoleto, vi aspetta venerdì 29 settembre alle ore 19.00 con un appuntamento speciale che si terrà presso la Ex Chiesa di Sant’Agata, sede della mostra diffusa “1958-2017 La città nel Festival, un Festival nella città”, organizzata per festeggiare il sessantesimo anniversario del Festival di Spoleto. Gli ambienti di una delle più antiche chiese spoletine, scelta come luogo simbolo insieme all’annesso teatro romano della storia del Festival, fanno da cornice ad u.. segue

Trevi - 23/09/2017

A Trevi per l’Ottobre trevano torna il teatro dialettale

II Rassegna Teatrale “Sipario d’Ottobre” Si comincia domenica 1 ottobre al Teatro Clitunno alle ore 21 con la Compagnia Teatrale “G.Lucaroni” di Mogliano (MC) con “Tutta colpa de lu vusciu dell’Ozono” di Pietro Romagnoli, che curerà anche la regia.

Prende il via il domenica 1 ottobre la II edizione Sipario d’Ottobre, la manifestazione ideata e curata dall'Associazione Arca di Trevi con il sostegno della Amministrazione Comunale che si terrà fino al 22 ottobre al Teatro Clitunno di Trevi, alle ore 21. L’ interessante rassegna teatrale vedrà la presenza di importanti compagnie italiane.
Si comincia domenica 1 ottobre. Sul palcoscenico la Compagnia Teatrale “G.Lucaroni” di Mogliano (MC) con “Tutta colpa de lu vusciu dell’Ozono” di Pietro Romagnoli, che curerà anche la regia.
Domenica 8 ottobre sarà la volta de La Bottega dei RebArdò..
segue

Spoleto - 19/09/2017

C’era una volta a Palazzo Collicola

Mezz'ora dopo la chiusura - Palazzo Collicola - Arti Visive

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo, vi aspetta a Palazzo Collicola Arti Visive venerdì 22 settembre 2017 alle ore 19.30 con la visita guidata tematica C’era una volta a Palazzo Collicola.Una passeggiata nelle eleganti sale del Piano Nobile del Palazzo per scoprire come appariva uno dei più eleganti edifici gentilizi spoletini nei secoli passati. Grazie ad antiche incisioni e vecchie fotografie, faremo un viaggio indietro nel tempo, all’epoca in cui il palazzo era abitato da una delle famiglie gentilizie più influenti della città, la famiglia Collicola.
La serata p..
segue

Spoleto - 13/09/2017

SUI LUOGHI DELLA FICTION DI DON MATTEO

VENERDÌ 15 SETTEMBRE ore 19:00 Visita guidata - Trekking urbano

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo, vi aspetta venerdì 15 settembre alle ore 19.00 con uno speciale trekking in città intitolato Sui luoghi della fiction di Don Matteo.
La visita guidata in città permetterà di scoprire i luoghi dove viene girata una delle fiction più seguite dagli italiani. Faranno da cornice all’itinerario la famosa Piazza Duomo, incantevole scenografia che con la sua spettacolare Cattedrale fa da sfondo a moltissime scene del set e la suggestiva vista sul Ponte delle Torri e sulla Rocca Albornoziana.
L’appuntamento è alle ore 19.00 alla Casa..
segue

Spoleto - 09/09/2017

Grande successo per l'opera del compositore Adriano Guarnieri Fammi udire la tua voce, ispirato al Cantico dei Cantici

71ma STAGIONE LIRICA SPERIMENTALE Sessualità, affettività, erotismo, sentimentalità, tenerezza e dolcezza. A Spoleto un omaggio all’amore con l’opera Fammi udire la tua voce con libretto e musica di Adriano Guarnieri.

Grande successo ieri sera per la prima dell’opera commissionata dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto al compositore Adriano Guarnieri, classe 1947 (festeggerà domani a Spoleto i suoi 70 anni), un’intensa attività di compositore, due premi “Franco Abbiati”, splendide collaborazioni.
Sala e palchi gremiti al Teatro Caio Melisso per Fammi udire la tua voce, ispirato al Cantico dei Cantici, il poema d’amore più conosciuto, più commentato e più tradotto della storia. Marco Angius sul podio, la regia è di Federico Grazzini, spazio scenico e costumi di Andrea Stanisci, coreografie di Pierad..
segue

Spoleto - 06/09/2017

TESORI dalla VALNERINA - Le Madonne vestite

Mezz'ora dopo la chiusura. Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

“Mezz’ora dopo la chiusura”, l’evento a cura di Sistema Museo in collaborazione con il Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, vi aspetta venerdì 8 settembre 2017 alle 19.30 alla Rocca Albornoz con l’appuntamento intitolato Tesori dalla Valnerina – Le Madonne vestite.
L’incontro è dedicato alla mostra Tesori dalla Valnerina prorogata fino al 5 novembre 2017, che raccoglie le opere provenienti dai territori colpiti dal terremoto del 2016 e sarà incentrato sulle “statue da vestire”, manichini rappresentanti la Vergine o Santi, che venivano riccamente agghindati con abiti e gioielli. Questa pro..
segue

     
  le ultime notizie di arte e cultura in umbria anche in RSS  
     
 

Trevi - 19/10/2017
Le geometrie colorate di Antonio Persichini al Mueo di Trevi

Spoleto - 12/10/2017
IL MONDO IN SCENA - SPOLETO•60 ANNI DI FESTIVAL

 
 
       

pubblicità

artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2017 tutti i diritti riservati