Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 
 

Francesco Paolo Tosti

 
     

LABARBABIETOLA.IT

Occhiello

Cronaca

Eventi

Politica

Sport

Mostre

Religione

Cultura

Istituzioni

Concerti

Libri e editoria

Le perle della settimana

   
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Festa dell'Uva

Giostra della Quintana

Segni Barocchi Festival

Narnia Fumetto

Amelia Segreta

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità 

 
     
     

Omaggio a Francesco Paolo Tosti musicista di fama internazionale.

Tutte le romanze registrate.

Carlo Roberto Petrini

Trevi, 26/07/2018

Trevi una città posta su un colle e tutta intorno circondata da un mare argenteo di ulivi. Si colloca tra Spoleto e Foligno. Chiusa dalle intatte mura medievali, al suo interno spiccano emergenze architettoniche signorili, perché fu metà di papi, cardinali, uomini di lettere e di diritto. Da alcuni anni questa graziosa cittadina, quasi sospesa tra cielo e terra, è meta di amanti della musica colta e raffinata. Una musica che vede interpreti i maggiori pianisti e cantanti di fama nazionale ed internazionale. Diciamo che dopo il Festival dei due Mondi, Trevi per la musica è una tappa obbligata. Da luglio a settembre il palcoscenico dell’ottocento Teatro Clitunno, un gioiello di architettura teatrale nel cuore antico del borgo medievale-rinascimentale, accoglie una serie di concerti dal titolo The Song of a Life da luglio ad agosto (ore 21), per ricordare il centenario della morte di Francesco Paolo Tosti di Ortona, Abruzzo: una possente figura nel panorama musicale italiano a cavallo tra il 1800 e il 1900. Il primo concerto si terrà il 29 luglio con Giuseppina Piunti, mezzosoprano, Riccardo Della Sciucca, tenore e Isabella Crisante, pianoforte, per poi di nuovo immergersi nelle romanze tostiane la sera del 12 agosto con Cinzia Forte, soprano, Giovanni Meoni, baritono, Marco Scolastra, pianoforte. La conclusione dei 18 concerti - tutti registrati dalla casa discografica Brilliant Classics, una coproduzione Amici della Musica di Foligno - Istituto Nazionale Tostiano, in collaborazione con il Comune di Trevi – vede protagonisti, domenica 19 agosto, Monica Bacelli, mezzosoprano, Glenn Morton, pianoforrte.
È un evento eccezionale voluto dalla locale amministrazione capitanata dal primo cittadino Bernardino Sperandio, che ha fatto di Trevi il salotto della cultura alla portata di tutti, insieme agli amici della Musica di Foligno in collaborazione con l’Istituto nazionale Tostiano Ortona.
Tosti è soprattutto legato alla “romanza da salotto” la romanza amorosa e sentimentale dal gusto raffinato e con un’espressione di struggente passionalità. Si tratta di melodie dalle delicate sfumature che rivelano i sospiri ed i languori di un’epoca i cui contenuti e i linguaggi, tecnicamente perfetti, sono tratti dall’opera lirica. Le sue romanze, eseguite dai più grandi cantanti del tempo, risuonarono non soltanto nei teatri più famosi italiani ed europei e negli aristocratici salotti, ma anche nei piccoli villaggi e tra queste le più celebri Vorrei morir, Non t'amo più, Aprile, Mattinata, Ideale e A Marechiare.
Artista celeberrimo ai suoi tempi e con le sue romanze rivoluzionò il mondo musicale fin de siècle: ebbe un’immensa popolarità, paragonabile forse solo a quella odierna dei Beatles. Il Tosti, scelse per le sue romanze testi di D'Annunzio di Enrico Panzacchi, di Rocco Pagliara, i migliori poeti della sua generazione e della letteratura italiana -pensiamo a romanze su testi di Ada Negri, Giosuè Carducci, Salvatore di Giacomo, Antonio Fogazzaro- e, tra gli stranieri, Victor Hugo, Alfred De Musset, Paul Verlaine e Alfred Tennyson.

 

 
 


 

 
 
 

Spoleto - 16/07/2018

Chiusura fantastica. Il pubblico apprezza e accoglie con un lungo applauso Giovanna d’Arco al rogo.

Giorgio Ferrara direttore artistico: “In dieci anni ricostruito e consolidato il Festival. Ora a vele spiegate”

Una edizione fantastica, splendida e di grande qualità che ha visto circa 75 mila spettatori e oltre 100 mila presenze in città. Giorgio Ferrara, da dieci anni direttore artistico del manifestazione, ampiamente soddisfatto, parla del “riaffermato primato del Festival”, affermando che “I primi cinque anni sono stati di ricostruzione, mentre i successivi cinque di consolidamento, che ci hanno permesso di riaffermare il primato di Spoleto su tutti i festival italiani e anche di molti europei”. La 62ma edizione sarà dal 28 giugno al 14 luglio. Per l’inaugurazione verrà proposta sicuramente un’oper.. segue

Spoleto - 14/07/2018

Festival di Spoleto: edizione da ricordare

Il sipario scende alla grande, anzi meravigliando il pubblico con l’oratorio Giovanna d’Arco al Rogo.

Una novità assoluta per il Festival di Spoleto, la cui conclusione era affidata al tradizionale concerto finale. Quest’anno la kermesse menottiana è stata ricca di novità e finalmente si è dato spazio a compositori contemporanei, come Silvia Colasanti, la cui partitura musicale del Minotauro ha incantato tutti. Uno splendido lavoro operistico. E’ stata una illuminate intuizione del direttore artistico Giorgio Ferrara, che in questi dieci anni ha lavorato con forte impegno di idee per riportare la manifestazione menottiana sulla scena nazionale ed internazionale. Una riacquisita autorevolezza t.. segue

Spoleto - 13/07/2018

Ultimo week and per il Festival di Spoleto 61

Termina alla grande questa bella edizione con Victoria Thierrée Chaplin e Marion Cotillard, Due star del mondo dello spettacolo, protagoniste a Spoleto per una delle più interessanti edizioni della kermesse menottiana.

Quest’anno poi si è dato spazio alla contemporaneità e con enorme successo di pubblico e di critica. Silvia Colasanti, giovane compositrice, ha entusiasmato il pubblico con la partitura musicale del Minotauro. E parola del direttore artistico Giorgio Ferrara si andrà avanti su questa strada: largo a compositori contemporanei. Che il Festival diventi il luogo prediletto per giovani e non talenti compositori.
Questo fine settimana si aperto con la prima assoluta di Bells and Spells. Spettacolo ideato e diretto dalla figlia di Chaplin che, fino al 15 luglio al teatro Nuovo-Menotti, farà vesti..
segue

Spoleto - 06/07/2018

Spoleto ritrova finalmente Charleston

Festival dei Due Mondi, Minotaurodebutterà in America nel 2019 Secondo weekend ricco di spettacoli. Domani tocca a De Gregori

Si sono rinsaldati i rapporti con Charleston, dopo anni di separazione dai tempi del fondatore del Festival dei due Mondi Giancarlo Menotti. Fu proprio lui ad unire la rassegna culturale “spoletina” allo Spoleto Festival Usa di Charleston (Carolina del Sud). Era l’anno 1977.
Ora, “Il Minotauro”, che ha aperto la 61 ma edizione del festival, accolta con molto entusiasmo dal pubblico, il prossimo anno debutterà allo “Spoleto Festival” di Charleston. Finalmente Spoleto e Charleston sono vicinissime. Questa rinnovata collaborazione è stata annunciata dal direttore artistico della manifestaz..
segue

Spoleto - 30/05/2018

Festival di Spoleto 61

Ricco il programma. Ci sono degli inediti e la grande mostra su I capolavori del 300

Anche questa edizione sarà estremamente interessante, lo testimonia il programma denso e ricco di sorprese anche inedite e all’insegna della contemporaneità. Quest’anno ad aprire il 29 giugno la 61ma edizione del Festival di Spoleto sarà l’opera lirica in dieci quadri Il Minotauro, commissionata alla compositrice Silvia Colasanti, acclamata in Italia e all’estero. La quale ha già dato prova, sempre a Spoleto, delle sue spiccate qualità compositive con il Requiem, opera davvero straordinaria e a tratti commovente, per onorare le oltre 300 vittime del terremoto del 24 agosto 2016 e delle scosse .. segue

Spoleto - 14/12/2017

IL DON GIOVANNI DI SPOLETO60 RIPARTE DA NOVARA

Dopo aver inaugurato con successo la 60a edizione del Festival di Spoleto nel giugno scorso, il Don Giovanni di Mozart, messo in scena da Giorgio Ferrara, debutta al Teatro Coccia di Novara venerdì 15 dicembre p.v. alle ore 20.30, con replica domenica 17 dicembre alle ore 16.00.

Su progetto artistico del Festival di Spoleto e coprodotto dalla Fondazione Teatro Coccia di Novara e da Ravenna Festival in collaborazione con Festival di Spoleto 60 e Cartagena Festival Internacional de Música, anche l’allestimento della tournée novarese ha la regia e l’ideazione luci di Giorgio Ferrara, mentre la direzione dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini è affidata questa volta a Matteo Beltrami. La drammaturgia è di Giorgio Ferrara e René de Ceccatty, la scenografia di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, i costumi di Maurizio Galante. Il cast dei cantanti è composto da Dimitris.. segue

Spoleto - 30/10/2017

IL MONDO IN SCENA. SPOLETO•60 ANNI DI FESTIVAL

Presentato alla Festa del Cinema di Roma il film documentario di Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, che racconta la straordinaria storia del Festival dei Due Mondi.

È stato presentato in anteprima, domenica 29 ottobre alle ore 19.30, nell’ambito della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, presso il MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, il film documentario “IL MONDO IN SCENA Spoleto, 60 anni di Festival”.
Diretto da Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, il film è prodotto da Maurizio e Manuel Tedesco per Baires Produzioni, da Françoise Gazio per Idéale Audience e dalla Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto in collaborazione con RAI COM ed è realizzato con il contributo del Fondo di sostegno all..
segue

Spoleto - 12/10/2017

IL MONDO IN SCENA - SPOLETO•60 ANNI DI FESTIVAL

Annunciata la partecipazione del film alla Festa del Cinema di Roma

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (26 ottobre – 5 novembre 2017), tenutasi il 10 ottobre 2017 alle ore 12.00 alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, è stata annunciata la partecipazione alla manifestazione del film “IL MONDO IN SCENA Spoleto, 60 anni di Festival” la cui proiezione si terrà domenica 29 ottobre p.v. presso il MAXXI di Roma (Via Guido Reni, 4/A) alle ore 19.30, alla presenza dei registi e del direttore del Festival di Spoleto Giorgio Ferrara.
Diretto da Benoît Jacquot e Géral..
segue

Spoleto - 20/07/2017

Strettamente personale. La guerra delle cifre tra il Festival di Spoleto e Umbria Jazz. Inutile polemica.

E’ calato il sipario sulla straordinaria edizione del Festival di Spoleto e tra il direttore artistico Giorgio Ferrara, riconfermato per altri tre anni, e il direttore artistico di Umbria Jazz, Carlo Pagnotta, sono iniziati a distanza gli scontri sui dati delle presenze e biglietti venduti quest’anno al Festival di Spoleto e a Umbria Jazz.
Una polemica che lascia il tempo che trova. Poi in merito alle date, la manifestazione spoletina fin dal suo esordio è sempre iniziata alla fine di giugno per terminare la seconda settimana di luglio con il concerto finale. Bene ha fatto, finalmente, il..
segue

Spoleto - 18/07/2017

Festival di Spoleto60. Gran finale con Muti in una piazza Duomo gremitissima di gente entusiasta. Successo di pubblico e notevole incremento degli incassi.

Si è conclusa in bellezza la 60ma edizione del Festival di Spoleto. Una piazza gremitissima di gente e incantata per il concento finale diretto da Riccardo Muti, uno dei più grandi direttori al mondo. Sul palco l’Orchestra giovanile, denominata “Luigi Cherubini” da lui fondata, che ha eseguito un programma di compositori celebri della storia della musica tra Settecento e Novecento: L. van Beethoven Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92, A. Catalani Contemplazione, P. Mascagni, Intermezzo da "Cavalleria Rusticana", R. Leoncavallo, Intermezzo da "Pagliacci", G. Puccini, Intermezzo da "Manon Lesca.. segue

     
  le ultime notizie di arte e cultura in umbria anche in RSS  
     
 

Gubbio - 22/09/2018
Gubbio al tempo di Giotto

Montefalco - 22/09/2018
I Capolavori del Trecento incontrano il pubblico

 
 
       

pubblicità

artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2018 tutti i diritti riservati