Senza nome 1
   
 
 
 

PRIMA PAGINA I LA GUIDA DELL'UMBRIA I REGISTRATI I NEWSLETTER I SCRIVICI

 
 
 
 

SPOLETO60

 
     

LABARBABIETOLA.IT

Occhiello

Cronaca

Eventi

Politica

Sport

Mostre

Religione

Cultura

Istituzioni

Concerti

Libri e editoria

Le perle della settimana

   
 
 
 

Eventi e Manifestazioni in corso

Celebrazioni della Beata Angela da Foligno

Festa di San Costanzo

Umbria Jazz winter

 

vuoi aggiungere un evento?
clicca qui

 
 
 

pubblicità 

 
     
     

IL DON GIOVANNI DI SPOLETO60 RIPARTE DA NOVARA

Dopo aver inaugurato con successo la 60a edizione del Festival di Spoleto nel giugno scorso, il Don Giovanni di Mozart, messo in scena da Giorgio Ferrara, debutta al Teatro Coccia di Novara venerdì 15 dicembre p.v. alle ore 20.30, con replica domenica 17 dicembre alle ore 16.00.

la barbabietola

Spoleto, 14/12/2017

Su progetto artistico del Festival di Spoleto e coprodotto dalla Fondazione Teatro Coccia di Novara e da Ravenna Festival in collaborazione con Festival di Spoleto 60 e Cartagena Festival Internacional de Música, anche l’allestimento della tournée novarese ha la regia e l’ideazione luci di Giorgio Ferrara, mentre la direzione dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini è affidata questa volta a Matteo Beltrami. La drammaturgia è di Giorgio Ferrara e René de Ceccatty, la scenografia di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, i costumi di Maurizio Galante. Il cast dei cantanti è composto da Dimitris Tiliakos (Don Giovanni), Cristian Saitta (Il commendatore), Lucia Cesaroni (Donna Anna), Brian Michael Moore (Don Ottavio), Francesca Sassu (Donna Elvira), Andrea Concetti (Leporello) Daniel Giulianini (Masetto) e Arianna Vendittelli (Zerlina).

"Il Don Giovanni di Da Ponte e di Mozart, anche se ispirato a una celebre commedia spagnola di Tirso de Molina, che fu anche adattata da Molière in Francia, è un capolavoro di un’originalità stravolgente, per il conflitto tra musica e parole. Spesso rappresentato come una tragi-commedia, per via delle scene più leggere tra Masetto e Zerlina e della comicità del personaggio di Leporello, o dello scambio di vestiti e di personalità del secondo atto (tra il servitore e il padrone), si tratta in verità di una grande messa da requiem, di un dialogo tra un ateo e la morte. Appunto per questo Sören Kierkegaard ha proposto in Enten Eller delle analisi penetranti del Don Giovanni di Mozart.
La perfezione del libretto e delle partiture di Don Giovanni non impedisce un vero approfondimento estetico del dramma. Nessun intervento sull’intreccio. Tuttavia, per risolvere la questione problematica del conflitto tra l’apparente gioia di vivere e di amare e la minaccia tragica, tra tradimenti erotici e fatalità dell’ultima sentenza, la Morte, dovunque presente nella musica, sia nelle arie di Donna Elvira e di Donna Anna che nelle dichiarazioni amorose di Don Giovanni, abbiamo ambientato la totalità in una cripta e in un cimitero, e non solo l’unica scena che si svolge proprio lì. Tutta l’azione si vive come un sogno, forse fatto da Sören Kierkegaard, che, riflettendo sulla musica di Mozart e sui caratteri tragici dei personaggi, fa uscire i protagonisti dalle tombe, dai monumenti funebri (...)." (Giorgio Ferrara, René de Ceccatty)

 

 
 


 

 
 
 

Spoleto - 30/10/2017

IL MONDO IN SCENA. SPOLETO•60 ANNI DI FESTIVAL

Presentato alla Festa del Cinema di Roma il film documentario di Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, che racconta la straordinaria storia del Festival dei Due Mondi.

È stato presentato in anteprima, domenica 29 ottobre alle ore 19.30, nell’ambito della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, presso il MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, il film documentario “IL MONDO IN SCENA Spoleto, 60 anni di Festival”.
Diretto da Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, il film è prodotto da Maurizio e Manuel Tedesco per Baires Produzioni, da Françoise Gazio per Idéale Audience e dalla Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto in collaborazione con RAI COM ed è realizzato con il contributo del Fondo di sostegno all..
segue

Spoleto - 12/10/2017

IL MONDO IN SCENA - SPOLETO•60 ANNI DI FESTIVAL

Annunciata la partecipazione del film alla Festa del Cinema di Roma

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma (26 ottobre – 5 novembre 2017), tenutasi il 10 ottobre 2017 alle ore 12.00 alla Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, è stata annunciata la partecipazione alla manifestazione del film “IL MONDO IN SCENA Spoleto, 60 anni di Festival” la cui proiezione si terrà domenica 29 ottobre p.v. presso il MAXXI di Roma (Via Guido Reni, 4/A) alle ore 19.30, alla presenza dei registi e del direttore del Festival di Spoleto Giorgio Ferrara.
Diretto da Benoît Jacquot e Géral..
segue

Spoleto - 20/07/2017

Strettamente personale. La guerra delle cifre tra il Festival di Spoleto e Umbria Jazz. Inutile polemica.

E’ calato il sipario sulla straordinaria edizione del Festival di Spoleto e tra il direttore artistico Giorgio Ferrara, riconfermato per altri tre anni, e il direttore artistico di Umbria Jazz, Carlo Pagnotta, sono iniziati a distanza gli scontri sui dati delle presenze e biglietti venduti quest’anno al Festival di Spoleto e a Umbria Jazz.
Una polemica che lascia il tempo che trova. Poi in merito alle date, la manifestazione spoletina fin dal suo esordio è sempre iniziata alla fine di giugno per terminare la seconda settimana di luglio con il concerto finale. Bene ha fatto, finalmente, il..
segue

Spoleto - 18/07/2017

Festival di Spoleto60. Gran finale con Muti in una piazza Duomo gremitissima di gente entusiasta. Successo di pubblico e notevole incremento degli incassi.

Si è conclusa in bellezza la 60ma edizione del Festival di Spoleto. Una piazza gremitissima di gente e incantata per il concento finale diretto da Riccardo Muti, uno dei più grandi direttori al mondo. Sul palco l’Orchestra giovanile, denominata “Luigi Cherubini” da lui fondata, che ha eseguito un programma di compositori celebri della storia della musica tra Settecento e Novecento: L. van Beethoven Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92, A. Catalani Contemplazione, P. Mascagni, Intermezzo da "Cavalleria Rusticana", R. Leoncavallo, Intermezzo da "Pagliacci", G. Puccini, Intermezzo da "Manon Lesca.. segue

Spoleto - 16/07/2017

Gran finale per la 60ma edizione del Festival di Spoleto. Sul podio di piazza Duomo per la prima volta sale il direttore d'orchestra tra i più celebrati al mondo, Riccardo Muti, con la sua giovane Orchestra denominata "Luigi Cherubini" Trionfo per"Roberto Bolle and Friends"

Applausi, applausi e applausi per "Roberto Bolle and Friends" a Spoleto per la seconda volta.
Una serata all’insegna della grande danza internazionale per celebrare i 60 anni della manifestazione menottiana.
Con Roberto Bolle sono saliti sul palcoscenico alcuni tra i più grandi ballerini della danza mondiale: Elisa Badenes, Daniel Camargo, Young Gyu Choi, Herman Cornejo, Melissa Hamilton, Mica Kuranaga, Anna Ol, Polina Semionova, Daniil Simkin. Hanno incantato il pubblico per esecuzione perfetta, regalandoci splendidi disegni coreografici, oltre alla straordinaria bravura dei ballerini..
segue

Spoleto - 14/07/2017

Il Festival di Spoleto cresce, Umbria Jazz cala. Per il Festival ultimo week end ricco di spettacoli, dalla qualità artistica eccellente

Il Festival di Spoleto si avvia alla conclusione con trionfo. Aumentate di molto le presenze e gli incassi. Un successo che nessuno prevedeva anche per gli effetti del recente terremoto che ha coinvolto anche la città di Spoleto.
Mentre la kermesse menottiana è cresciuta, Umbria Jazz regista un calo del 20% di presenze. Allo spettacolo iniziale hanno partecipato meno di 2000 persone. Ha fatto di più il Don Giovanni di Mozart, che ha aperto la 60 edizione del Festival, tra la prima mondiale e la replica.
Se il Festival di Spoleto è cresciuto, e di molto, questo lo si deve al direttore ..
segue

Spoleto - 12/07/2017

Festival di Spoleto 60 da record. 800mila euro di incassi e 23 mila presenze nella seconda settimana. Ultimo week end ricco di importanti appuntamenti. Grande attesa per il concerto finale diretto da Riccardo Muti.

Un bravissimo direttore del Festival dei Due Mondi, il maestro Giorgio Ferrara, ha ridato vita alla manifestazione menottiana, la più antica in Italia e nel Mondo,dove trovano spazio tutte le espressioni artistiche. Anche quest’anno Spoleto ha vissuto la magia di un Festival da ricordare per incassi, presenze e bellezza degli spettacoli, alcuni dei quali di alto spessore artistico, per qualità attoriale e registica.Per non parlare della Danza di assoluta originalità sul piano del linguaggio coreografico.
Ultimo fine settimana denso di appuntamenti importanti: il concerto in Piazza Duomo (g..
segue

Spoleto - 07/07/2017

Festival di Spoleto 60: inizio davvero straordinario. Attesa per la piéce di Dario Fo per la regia di Meng Jighui

Il primo week end a Spoleto ha registrato un incasso di 670 mila euro quanto tutto il Festival dello scorso anno. Un inizio straordinario per questa edizione. “Abbiamo raggiunto in un solo fine settimana quanto il botteghino aveva incassato per tutto il Festival lo scorso anno”. Ha iniziato così la conferenza stampa il direttore Giorgio Ferrara, ampiamente soddisfatto. In questi primi giorni grande è stata l’attenzione al Festival dei variegati mezzi di comunicazione. Una edizione che ha visto un tutto esaurito nei primi spettacoli: dal Don Giovanni di Mozart al Requiem di Silvia Colasanti. G.. segue

Spoleto - 27/06/2017

IL DON GIOVANNI DI MOZART APRE LA 60MA EDIZIONE DEL FESTIVAL DI SPOLETO

Un cast di cantanti tra i più acclamati dai teatri più famosi del mondo, con la partecipazione dell’Orchestra giovanile Giovanni Cherubini, fondata da Riccardo Muti, nel 2004. E i complessi di palcoscenico l’Orchestra Sinfonica Nazionale Conservatori Italiani International e l’Opera Choir maestro del coro Gea Garatti. Direttore d’orchestra James Conlon. Regia e ideazione luci Giorgio Ferrara. Drammaturgia Giorgio Ferrara, René de Ceccatty. Scenografia Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo. Costumi Maurizio Galante. Disegno luci Fiammetta Baldiserri. Aiuto regista Patrizia Frini. Replica domenica 2 luglio, ore 15

Eccoci,siamo giunti all’apertura della 60ma edizione del Festival di Spoleto. Mancano tre giorni all’inizio di una edizione tutta da vedere e gustare. Una edizione che celebra i 60anni di vita di una delle più importanti e complete manifestazioni artistiche in Italia e nel Mondo.
Il programma oltre ad essere ricchissimo vanta presenze di artisti d’eccellenza, che sono l’espressione più alta di tutte le arti. Da Roberto Bolle a Riccardo Muti a Fiorella Mannoia e tante mostre d’arte di assoluto livello.
Venerdì 30 giugno, alle 19,30 al Teatro Nuovo, si inaugura questa edizione con il D..
segue

Spoleto - 18/06/2017

Festival dei Due Mondi Spoleto, Giorgio Ferrara è stato confermato

Da alcuni giorni, prima dell’inizio del festival, è stato rinnovato, dal consiglio di amministrazione della Fondazione Festival dei Due Mondi, a Giorgio Ferrara l’incarico di direttore artistico della kermesse menottiana per il triennio 2018-2020. La nomina è stata fatta di concerto con il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini. La riconferma del maestro Ferrara consentirà di progettare il triennio di attività in armonia con i criteri previsti dal Fondo unico per lo spettacolo. Ferrara è da dieci anni alla guida del Festival dei Due Mondi e ha contribuito con str.. segue

     
  le ultime notizie di arte e cultura in umbria anche in RSS  
     
 
 
 
       

pubblicità

artroom
comunicazione
informale
 
 
     
 
     
Portale di informazione in Umbria, arte cultura e musei

www.labarbabietola.it 1999-2018 tutti i diritti riservati